L’Occhio di Lucca

Persa l’occasione della Luna rossa, ho deciso di rifarmi e visitare l’Occhio di Lucca, un’antica torre utilizzata come mezzo di comunicazione fra la Garfagnana e la piana di Lucca. Situato sul Monte Bargiglio bla bla bla, insomma, non troppo lontano per il mio culo peso, ovvero, a due passi da casa. Immagino vi chiederete: quale momento migliore per scalare la vetta di un monte alto poco meno di 900 metri se non dicembre inoltrato? Bravi, noi invece non ce lo siamo chiesti…

Mattia sale in macchina, qualche tornante, arrivati! Poi tocca al sentiero e proseguiamo 15 minuti a piedi, un’eternità. La buona notizia è che non ci si perde, c’è una strada sola. Una volta raggiunto il punto più alto il panorama è una meraviglia per gli occhi, una visione a trecentosessanta gradi che spazia da picchi innevati a vette che insieme formano delle linee spezzate per poi addolcirsi sempre più e declinare nella valle.

Il primo e indiscusso protagonista è il Sole. A calare ci mette un po’, almeno 1 gb di spazio prima di tuffarsi in mare. Alla sua morte segue un sorriso malinconico. Al sorriso segue però una costatazione importante: è un freddo cane! Il “sinibbio”, famoso vento garfagnino caratterizzato dall’essere particolarmente “diaccio”, soffia e mette i brividi. Buio e freddo. Ma improvvisamente il panorama riprende vita. Click, le luci della città. Ciò ci fa coraggio, restiamo ancora per un paio d’ore. 

Ma quanto è bello urlare sulla punta più alta di una montagna?! Aaaah, che liberazione! La Nikon di Matti si spegne, che pivello. Mi impadronisco del suo treppiede in quanto il mio… E insomma parte la raffica delle foto a lunga esposizione: chiaramente il risultato non è mai ciò che ci si immagina. Infine la pazienza e la batteria scarseggiano, il freddo non aiuta, in più c’è la strada per tornare alla macchina, completamente buia. Ma almeno a questo avevamo pensato. Scendiamo.

Brioche e cioccolata calda terminano il pomeriggio. Niente male questo Occhio di Lucca, continuo a pensare sia decisamente più bello visto d’inverno che d’estate, nonostante non ci fosse nemmeno un fiocco di neve e, soprattutto, nonostante ci sia stato una volta sola, questa. Forse perché devo per forza trovare un modo per giustificare tutto il freddo preso. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...